Globo CooperativaGlobo Cooperativa

Irrigazione a goccia pomodoro: come farla, come creare l’impianto

Pomodori, che passione. Utilizzati come contorno, per sughi o conserve, rappresentano uno dei capisaldi della dieta mediterranea. Il periodo ideale per seminare i pomodori è tra aprile e maggio, ovvero quando la temperatura inizia a raggiungere i 20°C e non scende sotto i 10°C neppure la notte. In alternativa si può anticipare la semina di uno-due mesi nel semenzaio. Una volta piantati bisogna aver cura di loro. Uno dei metodi più efficaci per avere ottimi risultati è la irrigazione a goccia pomodoro. Scopriamo di cosa si tratta.

Come innaffiare i pomodori

Il pomodoro è una pianta che ha un elevato bisogno d’acqua. Il fabbisogno medio stimato è di 2,5 cm³ a settimana, ma il dato non è scientifico. Sull’irrigazione pomodori influiscono infatti diversi fattori. In caso di caldo torrido è necessaria una maggiore irrigazione a goccia pomodoro. Al contrario, a fronte di piogge abbondanti, si potrà ridurre la quantità di acqua da destinare alle piante.

Irrigazione pomodoro: regole

Come irrigare i pomodori? In questo caso le regole da rispettare sono universali. Tra gli errori da non commettere segnaliamo quello di innaffiare i pomodori nelle ore più calde, oppure direttamente sulle foglie o sui frutti. L’acqua va data al terreno, con regolarità (quotidianamente, mai a giorni alterni) e senza getti forti. Le piante vanno innaffiate con poca acqua fino alla formazione dei frutti, con più acqua una volta prodotti. Per il pomodoro in vaso, invece, l’irrigazione va fatta due volte al giorno, alla mattina e alla sera. La soluzione che permette di somministrare la giusta quantità d’acqua è l’irrigazione a goccia pomodoro.

Preventivo gratuito per giardinaggio

Come effettuare l’irrigazione a goccia pomodori

L’irrigazione a goccia pomodoro è un sistema che evita sprechi d’acqua e mantiene il terreno fresco e ossigenato. In questo modo le piante di pomodoro avranno uno sviluppo perfetto e restituiranno i frutti migliori.

Come fare l’impianto

Creare un impianto di irrigazione a goccia pomodoro è tutt’altro che complicato. La sua dimensione va scelta in base alla grandezza del terreno e al numero di pomodori piantati. Per effettuare l’irrigazione programmata ci si serve di una centralina che permette di stabilire quantità e frequenza delle irrigazioni. La centralina irrigazione destina l’acqua ai microirrigatori e ai gocciolatori. I primi si installano su aste montate su picchetti, e l’altezza del getto si regola in base a quella delle piante. Anche i gocciolatori sono regolabili e permettono di dosare l’acqua da dare alle singole piante pomodori. Chi esegue l’irrigazione a goccia pomodori può inoltre regolarsi in base al tipo di terreno. Per esempio per un terreno argilloso si può prevedere una frequenza di irrigazione minore, in quanto l’acqua penetra meno a fondo. Per le piante di pomodoro è possibile utilizzare microirrigatori a 90°, 180° o 360°. Tutto chiaro? Allora non ti resta che seminare e creare il tuo perfetto impianto di irrigazione a goccia!

 

valeria
About valeria

No Comments

Leave a Comment