Globo CooperativaGlobo Cooperativa
potatura fico

Potatura fico: come e quando fare

Eseguire la potatura fico non è un’operazione complicata. L’obiettivo è quello di ridurre il volume dell’albero e le regole da seguire sono poche. Prima di iniziare la potatura del fico è importante conoscere l’età dell’albero. Un fico giovane necessita una potatura più frequente, e soprattutto la prima in assoluto (detta “di formazione”) riveste un ruolo importante per la sua struttura e la sua forma. Vediamo allora quando si pota il fico e come potarlo.

Quando potare il fico

Il fico è una pianta che non va potata durante i geli. Il periodo migliore per effettuare la potatura fico coincide con la fine dell’inverno, ovvero quando l’albero si prepara alla stagione vegetativa. Bisogna sapere che i fichi producono due volte durante una stagione. La pianta va quindi controllata durante il periodo estivo, rimuovendo o scacchiando i succhioni e i polloni presenti sul lato sbagliato.

Come potare il fico

Per potare il fico sono necessarie forbici, cesoie e una sega. Un albero del fico di media taglia si può potare dal basso, mentre una pianta del fico più vigorosa necessita di una scala. I rami del fico presentano delle gemme a legno sull’asse, mentre sulla cima hanno gemma apicale mista che produce i frutti. Bisogna evitare delle cimature sbagliate. L’obiettivo della potatura fico è quello di accorciare i rami troppo lunghi rivolti verso l’interno e l’alto, favorendo così la crescita della chioma in larghezza.

Preventivo gratuito per giardinaggio

Come tagliare la base

Durante la potatura fico bisogna recidere gli eventuali polloni presenti ai piedi della piante e anche i rami secchi o che si sono spezzati o danneggiati per colpa delle gelate. I polloni vanno tolti con un taglio radente, quindi stando a terra. A questo punto si tolgono le branche presenti all’interno, in quanto assurgenti e in grado di portare via luce ed aria alla pianta del fico. Le branche vanno rimosse alla base con l’ausilio di una sega. A seguire si effettua un taglio nella parte apicale per togliere i rami competitivi.

Potatura fico: obiettivo

La potatura di mantenimento serve a mantenere la chioma compatta, arieggiata e in ordine: i rami sul dorso e quelli centrali vengono quindi diradati. Una volta effettuate le operazioni potatura fico sopra descritte, si può intervenire sui polloni in basso. La potatura si completa togliendo i polloni presenti sull’altro versante. Vanno eliminate le branche fuori posizione ed alleggeriti i rami troppo vigorosi che possono concorrere con lo sviluppo della branca stessa. La pianta deve sviluppare verso l’esterno, rispettando la barriera di cicatrizzazione.

Se hai dubbi su come procedere e non vuoi rovinare le tue piante di fico, chiedi a noi un preventivo gratuito. Siamo i migliori a Roma e provincia! Chiamaci allo 06 64831343 o scrivici a info@globo-services.it

valeria
About valeria

No Comments

Leave a Comment